Dynasty vende cantina e 17 ettari di Tianjin

Logo Dynasty Fine Wines

Dinasty Fine Wines ha annunciato con un comunicato di aver messo in vendita per 400 milioni di RMB (circa 51,7 milioni di euro) una società sussidiaria di Tianjin, controllata interamente dal gruppo. Dell’azienda fanno parte circa 17 ettari di terreno, Chateau e cantina, tutti spazi utilizzati per la produzione nel quartier generale del gruppo.

Proprio a Tianjin, nel 1980, fu infatti fondata Dinasty, joint venture tra la francese Remy Martin e il governo di Tianjin, diventata negli anni uno dei tre giganti statali del settore, al fianco di Changyu e Great Wall.

La decisione arriva dopo cinque anni di bilancio in perdita, problemi di liquidità e la sospensione del titolo a Hong Kong per accuse di falsa fatturazione e vendita di vini avariati. La società argomenta tuttavia nella nota di vendere “a causa della rapida trasformazione del settore, come l’avvento dell’e-commerce e il cambiamento delle abitudini dei clienti”, tutti cambiamenti che Dynasty non può al momento fronteggiare preferendo avere risorse da investire nella produzione e in attività di vendita e distribuzione.